DegustazioniTerritori e vini

Rossi per l’estate

Non è detto che l’unico modo di bere in estate sia buttarsi su vini bianchi o bollicine. Esistono anche diverse tipologie di vini rossi adatte ad essere consumate fredde, a temperature intorno ai 12°C. Vi segnaliamo 4 vini godibilissimi anche in estate.

C’è chi proprio i vini bianchi non li sopporta, oppure non riesce a berli perché in genere contengono più anidride solforosa dei rossi che a qualcuno, intollerante alla sostanza, può far venire un gagliardo mal di testa. Il problema si acuisce nei periodi estivi, quando una bevanda fresca è più gradevole di un’altra servita a temperatura ambiente. E fra i vini solo i bianchi o gli spumanti, dicono i sacri testi, possono essere bevuti freddi.

Per chi conosce bene il mondo del vino, le cose non stanno esattamente così. Esistono molti vini rossi che possono, anzi, devono essere serviti freschi quasi quanto i bianchi, e talvolta come quelli. Sono i rossi giovani e leggeri, poco tannici, con una componente di acidità evidente. E molti vini italiani, in diverse regioni, sono proprio così. Qualche nome? Il Pelaverga di Verduno e il Grignolino d’Asti o del Monferrato Casalese in Piemonte, pressoché tutti i Lambruschi tra Emilia e Lombardia, il Bardolino in Veneto, le Schiave, il Lago di Caldaro, il Santa Maddalena e il Meraner Hugel in Alto Adige, il Chianti in Toscana, la Lacrima di Morro d’Alba nelle Marche, l’Ottavianello in Puglia, il Cerasuolo di Vittoria in Sicilia, alcuni Piedirosso sul Vesuvio e nei Campi Flegrei, e questo solo per fare i primi nomi che vengono in mente.

Tutti rossi che amano le basse temperature di servizio, che possono essere facilmente abbinati anche con piatti della cucina di mare, meglio se la ricetta prevede un po’ di pomodoro, che possono anche essere utilizzati come aperitivo. Luigi Veronelli, forse il più grande scrittore di vino che l’Italia abbia avuto, definiva come “matrimonio d’amore” l’abbinamento tra una fragrante frittura di gamberetti e calamari e il Lambrusco di Sorbara secco. E non aveva affatto torto.

Allora dotiamoci di qualche bottiglia di vini rossi per l’estate, che oltretutto non vi costringeranno a vedere sciogliersi la vostra carta di credito, visti i prezzi ragionevoli. Vi accompagneranno però durante i torridi mesi di luglio e di agosto, senza avere la pretesa di essere grandi, ma con la certezza di risultare piacevolissimi, e non è poco. Qui ve ne suggerisco quattro, nella speranza di avervi dato delle buone dritte.

Per leggere la scheda del vino, cliccare sul nome.

Prodotti Correlati

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy