EditorialeFirmato DoctorWine

Che ci importa di De Sica?

O meglio ancora del personaggio da lui interpretato, che afferma schifato di un vino abruzzese che non è proprio buono (“bella mer**!”). L’Abruzzo produce vini meravigliosi e non sarà certo una battuta infelice a farci cambiare idea.

Il mondo del vino abruzzese, e non solo, si è molto arrabbiato per un’infelice battuta che Christian De Sica ha fatto, o gli hanno fatto fare gli autori del film Natale a tutti i costi, sui vini di quella regione. Si tratta solo del trailer del film che uscirà su Netflix in questi giorni, ma dubito che faranno in tempo a tagliarla nella versione completa.

La scena è quelle nella quale suo figlio nel film gli regala una bottiglia di vino abruzzese per Natale, dicendogli che è stato premiato come miglior vino della regione. Lui assaggia e poi afferma schifato “bella mer**”. È evidente che sia il personaggio del film a dirlo e non De Sica in prima persona, altrimenti dovremmo fare arrestare in giornata Clint Eastwood per omicidio, tanto per fare un esempio. Però capisco che un sacco di abruzzesi ci siano rimasti male con ottime e sacrosante ragioni. Oltretutto quest’anno la rivista americana Wine Enthusiast ha premiato proprio l’Abruzzo come Regione Vinicola dell’Anno e noi di DoctorWine abbiamo dato punteggi astronomici a diversi vini abruzzesi, quindi siamo in qualche modo coinvolti nella critica e nella battuta sgangherata del film.

Personalmente a me di quello che pensa un personaggio di un cinepanettone interpretato da De Sica sulla qualità di qualunque vino importa poco. Mi è stato fatto notare in un convegno che il cinema ha un grande impatto “mitopoietico” (non spaventatevi, vuol dire nella creazione dei miti), ma a mio sommesso parere bisogna anche capire quanto pesa, quanto conta e cosa può cambiare nella percezione della qualità di un vino una battuta, volgare e infelice quanto volete, ma che resta tale.

Nella fattispecie non credo che ci sia qualcuno che penserà che sia una cosa seria, che da questo sia necessario cambiare il proprio parere sui vini abruzzesi e su qualunque altra cosa. Siamo nell’ambito dello sberleffo, nient’altro e le persone sono più intelligenti di quanto si pensi. Se c’è una cosa da dire è che qui la figura di mer** l’ha fatta proprio Christian De Sica, che pur di strappare una risata (a chi, poi? Visto che francamente non fa ridere) ha pensato bene di prestarsi a dire una ca***ta simile. Va bene così amici abruzzesi. Non prendetevela. Esistono da decenni grandi vini nella vostra regione e non sarà un Christian De Sica a far cambiare le cose.

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy