Dove mangiareGourmet

Adriatico Mar, bacaro veneziano

Se conoscete i bacari veneziani non avete bisogno di spiegazioni ma di un suggerimento: non fatevi scappare Adriatico Mar, un minuscolo, grande posticino, nascosto in Calle Crosera Dorsoduro.

Venezia è una nostra meta fissa: ogni anno ci andiamo a trascorrere qualche giorno. Preferiamo sempre andarci in inverno perché è meno affollata e ha quel fascino buio, umido e freddo che tanto ci piace. Perdersi per le sue calli, utilizzando il vaporetto il meno possibile, tutti infagottati, quasi al buio, ha un fascino tutto particolare. Per questo, l’ultima volta, dietro suggerimento di un amico con cui condividiamo l’amore per questa città, siamo andati a mangiare da Adriatico Mar, piccolissimo Bacaro veneziano. Per trovarlo ci vuole un cane da tartufi e, dopo un interminabile zig zag fra calli e romantici ponticelli, laggiù in fondo si intravede una lucina. Che sia quello il posto? Nessuna insegna, nessuna indicazione, solo il richiamo di quella lucina persa nella notte. Era proprio lui: piccola porta in legno, una finestrella dalla quale si intravede un locale minuscolo, spartano con qualche tavolinetto, un paio di sgabelli, un piccolo confusionario bancone e molte bottiglie aperte, pronte per la mescita.

Quando entri ti senti subito come arrivato a casa, si è proprio il tipo di posto che cercavamo. Ci accomodiamo ai due sgabelli vicini alla finestrella e chiacchierando con il proprietario decidiamo di assaggiare un po’ di tutto quello che c’è. L’offerta enogastronomica è buona e ha come rigoroso filo conduttore il Mare Adriatico, dunque solo prodotti provenienti dalle rive del mare: salumi, formaggi, pesce, proposti nei “cicchetti” o in deliziosi mini panini farciti. Da bere, purtroppo, solo vini naturali, ma davvero, praticamente tutti è possibile berli a bicchiere e comunque non abbiamo bevuto niente di gustativamente estremo.

Insomma, alla fine, chiacchierando fra di noi, discutendo amichevolmente di vino con il nostro ospite, mangiando bene ed essendo stati coccolati come si deve, dopo un paio d’ore ce ne siamo andati, con già il rimpianto di dover aspettare un anno per poterci tornare.

Per una volta concludo questa recensione con un consiglio letterario a tema. Circa trent’anni fa lessi un bellissimo libro di racconti: “Storie di Adriatico” di Sergio Anselmi (ed. Il Mulino 1996). Tredici umili storie vere dal ‘300 al ‘900, che hanno come sfondo il Mare Adriatico. La prossima volta che andate a Venezia e decidete di andare in questo locale, se avrete letto questo libro, capirete che la Storia è come un tessuto che si annoda e si srotola continuamente, nei secoli. E forse vi godrete meglio questo minuscolo, grande posticino.

GALLERIA FOTO ADRIATICO MAR

RISTORANTE

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy