Pot-PourriRacconti dalle cantine

34 anni di Sauvignon Sanct Valentin

Cantina produttori San Michele Appiano, Alto Adige

Storia di un vino rivoluzionario e della linea Sanct Valentin, fiore all’occhiello della Cantina Produttori San Michele Appiano.

È il 1990 quando un giovane Hans Terzer, visionario winemaker della Cantina San Michele Appiano, presenta il Sauvignon Sanct Valentin 1989, prima annata di uno dei vini bianchi più premiati d’Italia. Etichetta di punta di una linea destinata negli anni a proiettare la “cantina eccellenza” dell’Alto Adige ai vertici della vinificazione di alta qualità.

L’arrivo del Kellermeister Hans Terzer

Nel 1977 viene affidata al winemaker Hans Terzer, poco più che ventenne, la guida tecnica della Cantina San Michele Appiano dall’allora presidente Andreas Weiss. L’azienda, che al tempo aveva l’80% del patrimonio vitato a Schiava, attraversa un periodo di difficoltà a causa della perdita di appeal di mercato del suo vitigno di punta, complice un calo nella qualità del vino. Hans Terzer decide, a questo punto, di rivoluzionare il modo di fare vino della cooperativa e non tarda a compiere i primi e decisivi passi.

Consapevole della particolare vocazione del territorio alla produzione di vini bianchi, fa espiantare i vigneti di Schiava e dà spazio a Pinot Bianco, Chardonnay, Pinot Grigio, Gewürztraminer e Sauvignon, adottando al contempo nuove tecniche di vinificazione.  così che, nel 1986, nasce la linea Sanct Valentin con circa 6.000 bottiglie egualmente suddivise tra Pinot Grigio, Gewürztraminer e Chardonnay che segnano subito un sorprendente sold-out.

1989: la prima annata del Sauvignon Sanct Valentin

È della vendemmia 1989 il vino simbolo della linea Sanct Valentin, che la eleva a nuove vette d’eccellenza. Terzer, infatti, è tra i primi in Italia a lanciare e a valorizzare il Sauvignon: la sua proposta è un vino di alto profilo che beneficia di singole e selezionate parcelle poste sui pendii ai piedi della Mendola. Di grande mineralità e persistenza, il Sauvignon Sanct Valentin seduce la vista con un verde giallognolo brillante, sorprendendo poi al naso con sentori di frutta gialla, uva spina, fiori di sambuco e ribes maturo. Il sorso, infine, offre un’acidità croccante, accompagnata da morbida corposità e un’elegante pienezza.

In breve tempo la creazione di Hans Terzer si fa notare, e nel 1994 arriva il primo riconoscimento ufficiale, i Tre Bicchieri del Gambero Rosso, menzione mantenuta con orgoglio fino al 2011 e riconquistata negli anni a seguire assieme a numerosi altri premi, come la certificazione “gold” di The Wine Hunter. Premiato anche con il Faccino DoctorWine per le vendemmie 2015 e 2020.

Vini rossi si aggiungono alle linea Sanct Valentin

Il Cabernet, annata 1994, debutta come primo vino rosso della linea Sanct Valentin. Quindi, Pinot Nero annata 1995, Lagrein annata 2000 e Merlot annata 2002 (dal 2012 assieme al Cabernet come Cuvée), senza dimenticare il Gewürztraminer Passito Comtess, primo vino bianco passito in Alto Adige.

Oggi, la linea Sanct Valentin conta nove etichette tra bianchi e rossi, confermando la qualità che da decenni contraddistingue Cantina San Michele Appiano come uno dei migliori produttori d’Italia e azienda leader in Alto Adige.

PRODUTTORI

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy