Dove mangiareGourmet

Matricianella, al cuore della tradizione romana

Ecco un posto nel cuore di Roma dove è possibile mangiare dell’ottima cucina romana tradizionale nella giusta atmosfera e con il giusto servizio.

A Roma, nel pieno centro che conta, in una stretta viuzza vicina a Piazza di Spagna e alla Piazza di San Lorenzo in Lucina, trovate questo bel ristorante di cucina romana tradizionale. È aperto da una sessantina d’anni e da poco meno di venti e di proprietà della famiglia Lo Bianco.

Ai più potrà sembrare strano doverlo ribadire ogni volta, ma trovare una cucina romana autentica e ben eseguita non è poi così scontato. A Roma, infatti, nella moltitudine di ristoranti che propongono una falsa cucina romana, può risultare difficile districarsi ed approdare nel posto giusto. Ecco, Matricianella è sicuramente uno dei posti rigorosamente sicuri.

Qui troverete tutti i piatti della tradizione, a partire dalle paste, tutte rigorosamente al dente: matriciana, carbonara, gricia, cacio e pepe, senza dimenticare quelle con la favolosa pajata e con la coda alla vaccinara, quest’ultima potrete gustarla anche come un ottimo secondo piatto.

Arrivati ai secondi sono imperdibili la coratella di abbacchio, i saltimbocca e naturalmente la trippa. Nella cucina romana tradizionale sono importantissimi i carciofi. Qui sono buonissimi in entrambe le versioni: alla romana, alla giudia. Molto buoni anche i dolci, con una zuppa inglese da sballo.

Tutti i piatti sono belli e gustosi, serviti su tavoli ben apparecchiati, anche nella graziosa veranda esterna oppure in una delle varie salette interne. Noi abbiamo mangiato in quella con la cucina a vista. La brigata di sala è accogliente e ottimamente coordinata da un direttore bravissimo e di lungo corso.

Visto che state leggendo DoctorWine è d’obbligo dare il giusto risalto alla fornitissima cantinafatta di centinaia di etichette, con alcune fra le più prestigiose, molti champagne e bollicine italiche, che sapranno accompagnare degnamente anche i bevitori più esigenti, senza svenarli.

Se siete un gruppetto di circa una dozzina di bevitori appassionati, potreste chiedere di riservarvi la tavolata sociale in cantina!

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy