GourmetMangiare e dormire tra i vigneti

Il turismo tra le vigne

Lo si sa, lo si legge ovunque: l’enoturismo è in crescita. Allora approfittiamo dei prossimi weekend e non solo (il tempo si ristabilirà) e andiamo alla scoperta di aziende dove è possibile anche soggiornare.

Credo che i prossimi mesi, giugno e luglio in particolare, siano il periodo perfetto per dedicarsi al turismo tra le vigne. Ci sono centinaia di cantine che offrono accoglienza in luoghi semplicemente splendidi, tra le campagne più belle del mondo e con un livello di comfort davvero notevole. Nel libro Mangiare e dormire tra i vigneti, edito da DoctorWine, potrete trovare molte segnalazioni. Qui ve ne vorrei proporre tre, tra le più belle che conosca. Luoghi che ho visitato personalmente e che mi sono rimasti nel cuore e negli occhi. Poi, per ognuna delle cantine vi consiglio anche un vino di loro produzione così il cerchio è chiuso.

La prima tappa è a Monforte d’Alba, in Langa, nel cuore del Barolo. Un B&B letteralmente immerso nei vigneti. È quello della Cascina Amalia di Paolo Boffa che, oltre a fare vini semplicemente spettacolari, come il Barolo Le Coste di Monforte del 2018, ha anche realizzato questa minuscola struttura con appena sette camere e dove si possono assaggiare, oltre ai vini, anche marmellate, formaggi, salumi di produzione locale. Una meraviglia, insomma.

Ci spostiamo in Toscana e vi assicuro che questa segnalazione vale oro. Nella zona del Montecucco, a sud di Montalcino ma già in Maremma, più esattamente in comune di Cinigiano, in provincia di Grosseto, c’è un posto da sogno. Si chiama Tenute di Montecucco ed è composto da più strutture all’interno di un borgo del Trecento completamente restaurato. Ventidue stanze, compresi appartamenti e suites, e un panorama che definire meraviglioso non rende completamente l’idea. Di proprietà dell’azienda ColleMassari, che ha anche famose cantine a Bolgheri (Grattamacco) e a Montalcino (Poggio di Sotto e San Giorgio). Il vino di punta della produzione è il Montecucco Sangiovese Poggio Lombrone Riserva, uno spettacolo, ma ne troverete tanti altri e tutti ottimi.

Terza e ultima tappa in Abruzzo, a Loreto Aprutino. Siamo nell’entroterra della provincia di Pescara, tra il mare e il Gran Sasso. Proprio qui c’è La Masseria del Vino della famiglia Ciavolich, famosa per i loro Montepulciano e Pecorino, e da qualche tempo anche per questo delizioso relais “rurale”. Appena sei stanze deluxe in un luogo imperdibile. Poi ci sono i vini. Fra tutti vi segnalo il Montepulciano d’Abruzzo Fosso Cancelli del 2015. Un vero fuoriclasse nel suo genere.

Per leggere le schede dei vini, cliccare sul nome).

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy