GourmetRicetta della settimana

Spaghettoni alla finta gricia

Spaghettoni alla finta gricia e Bianco dell'Arnasa Castello di Roncade

A questi spaghettoni alla finta gricia, ideata dallo chef Matteo Giudici, abbiniamo il Venezia Chardonnay Bianco dell’Arnasa 2022 di Castello di Roncade

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di spaghettoni trafilati al bronzo; 10 foglie di salvia; 80 gr di burro; 100 gr di guanciale tagliato a julienne; 120 gr di pecorino; 2 bustine di zafferano.

Preparazione:

Mettere su l’acqua per cuocere la pasta.

In una padella sciogliere delicatamente il burro e quando diventa spumoso aggiungere insieme il guanciale tagliato a julienne e la salvia spezzettata grossolanamente. 

Cuocere a fuoco dolce per una decina di minuti aggiungendo, se necessario, dell’acqua di cottura per la pasta bollente. 

Mettere il sale e le bustine di zafferano nella pentola di cottura della pasta, calare gli spaghettoni e cuocere per 2 minuti in meno del tempo indicato sulla confezione. 

Quando la pasta sarà al dente scolarla (tenendo l’acqua da parte) e versarla nella padella. Portarla a fine cottura con l’acqua di cottura allo zafferano mescolando delicatamente. 

Aggiungere a fuoco spento il pecorino grattugiato, un ulteriore noce di burro freddo e finire di mantecare il tutto.

Venezia Chardonnay Bianco dell’Arnasa Castello di RoncadeVino in abbinamento

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Venezia Chardonnay Bianco dell’Arnasa 2022 Castello di Roncade

Giallo paglierino carico con riflessi dorati. Aromi floreali di acacia, sentori fruttati di pesca gialla e albicocca, note tostate. Sapore intenso, caldo, pieno e persistente. Vellutato con note di vaniglia e frutta secca e disidratata.

Zona di produzione: Roncade, vigneti Pantiera. Il vigneto è abbracciato dal canale dell’Arnasa che circonda parte dei vigneti, creando un microclima particolarmente asciutto e benevolo per la crescita della vite, I terreni sono di medio impasto argilloso con caranto (substrato calcareo).

Vitigno: 100% Chardonnay, allevamento a Guyot e cordone speronato con una densità superiore ai 5.000 ceppi/ha e una resa inferiore ai 60 q.li/ha.

Vendemmia: Settembre.

Vinificazione: Pressatura soffice delle uve e decantazione a freddo del mosto, avvio alla fermentazione a temperatura controllata con inoculo di lieviti selezionati, portata a termine in tonneau di rovere francese. Maturazione per 6 mesi in tonneau di rovere francese. Ulteriore affinamento in bottiglia per alcuni mesi.

Gradazione alcolica: 13% vol.

Temperatura di servizio: 10-12°C

Abbinamenti consigliati: vino a tutto pasto, ideale con primi piatti a base di uova, pesce e carni bianche. Ottimo con formaggi stagionati

Prezzo di vendita nell’e-shop aziendale 12 euro.

PRODUTTORI

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy