GourmetRicetta della settimana

Hamburger capperi e cipolla con broccoletti ripassati

Hamburger capperi e cipolla con broccoletti ripassati e Lazio Cesanese Matidia 2021 Casale del Giglio

Ricetta di facile fattura e sicuro risultato che abbiniamo al Lazio Cesanese Matidia 2021 di Casale del Giglio.

Ingredienti per 4 persone:

Per gli hamburger: 600 g carne di manzo macinata (reale, punta di petto, ecc), 1 cipolla rossa di Tropea, 1 cucchiaio di capperi dissalati, 1 cucchiaio di senape di Digione, preparato per arrosti a piacere

Per i broccoletti: 800 g di broccoletti puliti, uno spicchio di aglio, mezzo peperoncino piccante, sale e olio evo qb

Procedimento:

Tritare molto finemente i capperi e la cipolla, metterli in un’ampia ciotola insieme alla carne e la senape ed impastare accuratamente. 

Preparate con il composto 4 hamburger con l’apposito stampino.

Sbollentare i broccoletti, scolarli e ripassarli velocemente in un’ampia padella con uno spicchio d’aglio e il peperoncino.

Cuocere su una piastra di ghisa preriscaldata gli hamburger 2 minuti per lato.

Preparare 4 piatti piani preriscaldati, porvi su ciascuno un hamburger e una manciata di broccoletti ripassati.

Prima di servire, irrorare il tutto con un filo di olio evo.

Lazio Cesanese Matidia 2021 Casale del Giglio Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Lazio Cesanese Matidia 2021 Casale del Giglio

Rosso rubino intenso con leggere sfumature violacee. Naso tipicamente fruttato, con marasca e more, una leggera speziatura di chiodi di garofano, note balsamiche di alloro e resina di pino. Di medio corpo, ha una buona freschezza e tannini fitti, con un ritorno succoso di frutta e spezie e una nota salina che accompagna il sorso.

Zona di produzione: Olevano Romano, su terreno calcareo vulcanico con esposizione ad est a 500 metri s.l.m.

Vitigno: 100% Cesanese provenienti da un vigneto di 30 anni a cordone speronato in gestione.

Vendemmia: ad autunno inoltrato, inizio ottobre. 

Vinificazione: fermentazione sulle bucce molto lunga, circa tre settimane, con macerazione a freddo prefermentativa per 6-7 giorni a 8° C alla quale segue fermentazione alcolica a temperatura controllata con rimontaggi e follature. Dopo la svinatura, l’affinamento avviene parte in acciaio e parte in tonneau per circa 12 mesi. 

Abbinamenti consigliati: gnocchi ricci di Amatrice al ragù di castrato e costine di maiale.

Curiosità: Questo vino prende il nome dalla nobildonna romana Matidia, appartenente alla dinastia degli Antonini, che ebbe il titolo di “Augusta”. Fu nipote dell’imperatore Traiano e suocera dell’imperatore Adriano. Alla sua morte nel 119 d.c., Adriano ne pronunciò l’orazione funebre e la divinizzò. Le sue statue erano presenti in tutto l’Impero. Le fu dedicato un tempio nel Campo Marzio a Roma, che doveva corrispondere all’attuale chiesa di Santa Maria in Aquiro in Piazza Capranica, luogo storico, molto caro alla Famiglia Santarelli in quanto lì ebbe inizio la loro attività di mercanti del vino.

PRODUTTORI

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy