Dove mangiareGourmet

Convivio Ampelo: il nuovo locale di Villa Panphili

Nuova apertura - Cucina contemporanea ed etichette di eccellenza conservate in una cantina storica d'inizio Novecento. Un elegante salotto urbano, frutto di uno di quei famosi sogni chiusi nel cassetto; quelli che abbiamo tutti e ogni tanto vale la pena lasciar liberi di uscire. Una cucina eclettica da abbinare a una delle oltre 450 etichette in carta.

Quando i sogni prendono vita non possono che assumere la forma di qualcosa di buono e il Convivio Ampelo nasce proprio da qui.

Un’idea che negli anni si è definita sempre di più nei progetti di Davide Quartieri, che dopo aver gestito per diversi anni il ristorante e l’hotel di famiglia al fianco del padre, Antonio Quartieri, stimato ristoratore e imprenditore, ha deciso di aprire il suo punto di ritrovo per gli appassionati del buon vino e della cucina creativa. Così, quando è entrato per la prima volta negli ambienti di questo storico locale, vicino a uno degli ingressi di Villa Pamphili, non ha avuto dubbi. Un amore a prima vista, in cui passato e presente si intersecano inestricabilmente tra loro, perché si sa, le cose migliori arrivano da lontano, ma hanno lo sguardo rivolto al futuro.

Preso posto a uno dei tavoli, dal pranzo alla cena, passando per l’aperitivo, s’inizierà un percorso con le sembianze di un vero e proprio viaggio, dove a essere valorizzato è l’abbinamento tra materie prime di qualità ed etichette provenienti dai maggiori Stati produttori.

Alla base di tutto, una sincera condivisione di intenti che vede coinvolto l’impegno di ciascun membro della squadra. Un gruppo di professionisti con tanta voglia di creare qualcosa di inimitabile.

La cucina

Dietro ai fornelli materie prime di eccellenza esaltate nella loro semplicità: si privilegiano ingredienti di stagione lavorati il meno possibile per lasciare intatte peculiarità e proprietà nutrizionali. Un menu à la carte e percorsi degustazione costruiti sull’equilibrio tra tradizione e innovazione con una sperimentazione continua, aperta alla contaminazione dalle altre cucine del mondo. Il risultato non sono piatti, ma creazioni raffinate in cui spicca l’eleganza della forma.

Una proposta culinaria eclettica che ricorda nei sapori e profumi i pranzi e le cene che hanno caratterizzato la convivialità delle più belle tavolate della nostra vita. Dall’amuse-bouche al dessert gli ospiti saranno proiettati in un vero e proprio viaggio. Perché sedersi a tavola non è solo mangiare, è immergersi in un’esperienza.

A fare da cornice un locale con 60 coperti, completamente rinnovato. Traino del progetto il forte contrasto tra moderno e rétro: agli arredi all’avanguardia si contrappone l’ambiente magico della cantina, uno spazio totalmente riservabile, in cui il tempo sembra essersi fermato.

La cantina

La carta dei vini si basa sulle più importanti denominazioni italiane e dal mondo. Una lunga ricerca che ha portato sugli scaffali oltre 450 etichette tra produttori biologici, biodinamici e naturali, piccole realtà e grandi maison. Una cantina ampia e profonda, pensata per andare incontro ai gusti di neofiti e appassionati.

Con la stessa logica è stata impostata la mescita che consente di sperimentare anche le bottiglie di punta delle aziende più celebri. Curata la lista dei distillati, scelti seguendo un fil rouge che lega i prodotti della tradizione a quelli innovativi. Il tutto conservato in uno spazio suggestivo, allestito all’interno di una cantina storica risalente ai primi anni del Novecento: un ambiente affascinante, ideale per eventi privati.

CONVIVIO AMPELO – Via Aurelia Antica, 372/378 – Roma – www.convivioampelo.it – Tel. +39 06 51530654 – convivioampelo@gmail.com

Orari: lun-ven 18.00-23.30 – sab-dom 12.30-15.00 e 18.00-23.30 – mercoledì chiusura settimanale

Che ne pensi di questo articolo?

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento ed il miglioramento dell’esperienza utente e non fa uso di cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione o accettando la presente informativa, presti il consenso all’utilizzo dei cookie tecnici.

Clicca qui per leggere la nostra Cookie Policy